EDITORIALE 01/2021

In ciascuno dei singoli “Insieme” delle pagine di questo numero, possiamo cogliere come vivide immagini, alcune azioni di volta in volta compiute in favore di sé stessi oppure di soggetti altri.

Le azioni “ del cuore” sono:

  • scegliere per chi non ha il privilegio di scegliere;
  • valorizzare ed aver cura dell’essere umano;
  • vivere bene e sentirsi realizzate, sentirsi amate e poter amare in libertà;
  • portare l’attenzione alla persona con i suoi bisogni.

Provare a rintracciarle, mettendole al centro della nostra attenzione, ci darà la sensazione che ogni articolo giri, esattamente come in una ruota, attorno ad esse, avvolgendosi come a spirale, attirando ogni energia fisica, emozionale o spirituale di chi ha compiuto quelle specifiche azioni.

C’è ogni giorno una situazione, un’occasione, un’opportunità, anche forse una difficoltà o una richiesta, che qualcuno o qualcosa ci mette fra le mani. Soprattutto di questi tempi… Noi ci attiviamo perché la vita, biologica oppure sociale, è comunque movimento continuo. Ed il nostro movimento produce un’azione e questa azione produce un cambiamento, come quando pigiamo l’interruttore della luce in una stanza buia: passa della corrente nell’impianto elettrico e si accende una lampadina.

La vita è cambiamento, anche quando ci pare di star fermi, come ci accade oggi, ancora in tempo di Covid. In realtà tutto ruota, si muove intorno e dentro di noi. Viviamo in un continuo passaggio da un istante all’altro, da un’esperienza all’altra. E questo ci trasforma.

Pasqua, in ebraico Pesach e in aramaico Pascha, significa proprio PASSAGGIO. Per la tradizione israelita è il “passare oltre” dell’angelo del Signore dalle case segnate sugli stipiti col sangue di un agnello, salvando gli ebrei dal flagello della morte dei primogeniti. Per la tradizione cristiana è il “passaggio” di Cristo dalla morte alla resurrezione.

Passaggio, la Pasqua è sempre passaggio… E’ il “passaggio” inteso come azione e contemporaneamente come “il posto dove si passa”, o il “mezzo con cui si passa”.

Per noi cristiani diventa azione di passaggio a una nuova vita, liberata dal peccato, trainata dalla passione, morte e resurrezione del Signore Gesù. Per noi credenti Cristo è anche il “Passaggio” e l’unico “Tramite” per passare. Lui è l’Azione al centro delle nostre azioni, che ci attira nella spirale di Vita nuova, data dalla sua Resurrezione. Lui è il cuore del nostro movimento, Lui è l’anima del nostro cambiamento. Lui è il nostro “passaggio”.

Vi auguriamo un tempo fecondo di ‘passaggio’ da questo tempo di fatiche e distanziamento, ad un tempo di risurrezione e vita piena. Buona Pasqua!

La redazione

Leggi la nuova rivista